venerdì 21 settembre 2012

Utilizzare il terminale

Questa guida descrive come utilizzare ed aprire il terminale in Ubuntu 12.04 LTS Precise Pangolin.
Come anticipato nell'articolo "Ubuntu: come si presenta?" il terminale è una parte fondamentale di Ubuntu (o meglio di Linux in generale), pertanto è importante imparare almeno le basi del suo utilizzo e qualche piccolo comando che facilita notevolmente le cose.
Come si apre
Per aprire il terminale ci sono sostanzialmente due modi:
  1. premendo Alt+F2 per poi digitare gnome-terminal e dare l'invio;
  2. aprendo la Shell e cercando terminale per poi cliccare sul suo lanciatore.
Come si usa
L'utilizzo del terminale è molto semplice, è infatti sufficiente digitare il comando e premere invio, ad esempio digitando
echo ciao
si potrà visualizzare sullo schermo qualcosa del tipo
pippo@nome-PC:~$ echo ciao
ciao
pippo@nome-PC:~$
Quali sono i comandi
Esistono tantissimi comandi che possono essere lanciati da terminale e ognuno svolge una specifica azione, vi riporto giusto qualche esempio di comandi che troverete in quasi tutte le guide riguardanti linux.
$
$
$
$
cp SRC [DEST]     copia il file SRC nella cartella DEST mv SRC [DEST]     muove il file SRC nella cartella DEST cd PATH           cambia il percorso corrente in PATH mkdir NAME        crea una directory chiamata NAME

Osservazione

il simbolo $ | viene generalmente utilizzato per identificare il tipo di terminale che viene utilizzato: un terminale può essere aperto come utente normale oppure come amministratore.
Nel primo caso nella parte iniziale verrà riportata una scritta tipo pippo@nome-PC:~$ e pertanto le linee che avranno alla loro sinistra il simbolo $ | staranno a significare che quel comando può essere dato senza bisogno di essere amministratore; nel secondo la dicitura iniziale cambierà in root@nome-PC:~# e pertanto la dicitura # | sta a significare che per quel comando è necessario disporre dei privilegi di root.